L’allenamento del musicista: cos’è e a cosa serve

Siete pronti? Si parte!

Da oggi inizia l’attività del nostro blog ma, prima di parlarvi dell’allenamento dedicato al musicista, vorremmo innanzi tutto ringraziare tutte le persone che hanno messo il like alla nostra pagina Facebook e che sono diventati nostri follower su Instagram: grazie! Siete sempre più numerosi! Speriamo che seguirete con altrettante curiosità e partecipazione anche il nostro blog.

Ci presentiamo

Ma veniamo a noi. Forse molti di voi ci conoscono personalmente, altri invece avranno visitato il nostro sito, ma la maggior parte di voi probabilmente non sa che cos’è e qual è l’intento di Musician’s Training (letteralmente l’allenamento del musicista).

Siamo forse una scuola di musica a Roma? Siamo una palestra della Capitale? O forse proponiamo lezioni di musica e di fitness ai nostri iscritti? Si e no, o meglio, offriamo entrambe le possibilità ma in un’ottica del tutto particolare ed innovativa.

Spieghiamoci meglio

Musician’s Training è un metodo di lavoro sul corpo rivolto principalmente ai musicisti, professionisti e non, ma anche a tutti coloro che vogliano migliorare la propria qualità della vita, al fine di raggiungere un equilibrio psico fisico ottimale. Potremmo definirlo l’allenamento per il musicista.

L’idea nasce da un’intuizione di Mario Gungui, maestro di chitarra classica e personal trainer che, ispirato dalla sua personalissima esperienza con lo strumento e con l’attività marziale, ha messo a punto un programma di workout (allenamento) cucito su misura per i musicisti e differenziato da strumentista a strumentista.

Mario Gungui. L'allenamento del musicista.
Mario Gungui, Musician’s Training

Perché allenarsi

Mario sa bene che l’intenso studio, quotidiano e prolungato, della tecnica musicale espone di frequente i musicisti allo sviluppo di disturbi fisici di varia natura: problemi posturali, alterazioni funzionalisindrome da sovraccarico con dolori e formicolii alle braccia, tendinititunnel carpaledolori a spalla e cervicale, fino a sviluppare, nei casi più gravi,  malattie neurologiche anche invalidanti, come la distonia focale, che impedisce il coordinamento delle mani sullo strumento.

Purtroppo la ricerca si è diffusa a macchia di leopardo. Non abbiamo studi recentissimi, ma incrociando i dati disponibili, si calcola che circa il 70% dei musicisti soffra di un disturbo psico fisico.

Inoltre spesso le patologie sono invalidanti e causano l’abbandono precoce dello studio di uno strumento.

Che cos’è l’allenamento del musicista

I musicisti sono degli atleti dell’arte, e come tali dovrebbero sempre essere in condizioni fisiche ottimali, perché non dobbiamo dimenticare che uno strumento si suona con tutto il corpo.

Il nostro metodo è strutturato come un percorso complementare allo studio della musica: attraverso il riadattamento specifico di tecniche proprie del Functional Training, della difesa personale, dello yoga e dello stretching, è in grado di apportare notevoli benefici fisici ( in termini di postura, scioltezza nell’esecuzione, controllo dei gruppi muscolari, eliminazione delle tensioni superflue, maggiore flessibilità e forza) e psicologici (autoconsapevolezza e corretta percezione di se stessi, autostima, gestione dell’ansia da palcoscenico).

Questo e molto altro è  Musician’s Training. Se volete saperne di più potete visitare il nostro sito e non mancate di seguire i nostri prossimi post in cui vi daremo preziosi consigli per il vostro workout!

Vuoi farmi una domanda?

Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.